Chiese genovesi

Molte sono le chiese di Genova, ognuna di queste merita una visita ed è per questo che ho dedicato un articolo a parte!

Genova la Superba
Genova la Superba

Poco per volta aggiungerò fotografie e notizie sulle numerose chiese di Genova.

La basilica di Santa Maria Assunta è un edificio religioso di Genova che svetta con la sua mole armoniosa al culmine della collina di Carignano, è una delle più note opere genovesi di Galeazzo Alessi ed uno dei maggiori esempi di architettura rinascimentale della città.

Genova, la basilica di Santa Maria Assunta sulla collina di Carignano
Genova, la basilica di Santa Maria Assunta sulla collina di Carignano

La cattedrale metropolitana di San Lorenzo è il più importante luogo di culto cattolico della città di Genova, chiesa madre dell’omonima arcidiocesi. È stata consacrata al santo nel 1118 da papa Gelasio II quando non era ancora ultimata e ne mancava la facciata.

Cattedrale di San Lorenzo
Cattedrale di San Lorenzo
cappella di San Giovanni nella Cattedrale di San Lorenzo
cappella di San Giovanni nella Cattedrale di San Lorenzo
il rosone della Cattedrale di San Lorenzo
il rosone della Cattedrale di San Lorenzo
Cattedrale di San Lorenzo
Cattedrale di San Lorenzo
Genova il leone della Cattedrale di San Lorenzo
Genova il leone della Cattedrale di San Lorenzo

La chiesa del Gesù di (o, più precisamente, chiesa dei Santi Ambrogio e Andrea) è situata nel centro della città, in piazza Matteotti, adiacente a piazza De Ferrari. È la medesima piazza su cui si affacciano il Palazzo Ducale e il palazzo della curia arcivescovile genovese.

La basilica della Santissima Annunziata del Vastato è un luogo di culto cattolico di Genova, situato in piazza della Nunziata, nel quartiere di Prè. È una delle chiese più rappresentative dell’arte genovese del tardo manierismo e, soprattutto, del barocco del primo Seicento

Santissima Annunziata del Vastato
Santissima Annunziata del Vastato
Santissima Annunziata del Vastato
Santissima Annunziata del Vastato

La chiesa di Santo Stefano (o abbazia di Santo Stefano) è uno dei più noti luoghi di culto cristiani di Genova, e la sua comunità parrocchiale fa parte del Vicariato di CarignanoFoce dell’arcidiocesi di Genova. Situata su un’altura che sovrasta la centralissima via XX Settembre è stata uno degli esempi maggiormente significativi dell’architettura romanica presenti nel capoluogo ligure. In questa chiesa venne battezzato Cristoforo Colombo e si ritiene che venne battezzato anche il giovane Balilla.

Abbazia di Santo Stefano
Abbazia di Santo Stefano
Abbazia di Santo Stefano
Abbazia di Santo Stefano
Abbazia di Santo Stefano
Abbazia di Santo Stefano
Abbazia di Santo Stefano
Abbazia di Santo Stefano

La chiesa di San Luca è un luogo di culto cattolico situato nell’omonima piazza del centro storico di Genova, nel quartiere della Maddalena. La sua comunità parrocchiale fa parte del vicariato “Centro Ovest” dell’arcidiocesi di Genova.

La volta con cupola della chiesa di San Luca
La volta con cupola della chiesa di San Luca

 

L'altare maggiore della chiesa di San Luca con la statua dell'Immacolata di Filippo Parodi
L’altare maggiore della chiesa di San Luca con la statua dell’Immacolata di Filippo Parodi

La basilica di San Siro, una delle più antiche chiese cattoliche di Genova, è un luogo di culto situato nell’omonima via, nel quartiere della Maddalena. Eretta secondo la tradizione nel IV secolo, fu inizialmente intitolata ai Dodici Apostoli; vi fu seppellito il santo vescovo Siro e divenne la prima cattedrale di Genova. La sua comunità parrocchiale fa parte del vicariato “Centro Ovest” dell’arcidiocesi di Genova.

Basilica di San Siro, la cupola
Basilica di San Siro, la cupola

La chiesa di San Matteo è un edificio religioso cattolico del centro storico di Genova, situato in piazza San Matteo, nel quartiere del Molo. La sua comunità parrocchiale fa parte del vicariato “Centro Est” dell’arcidiocesi di Genova.

Chiesa di San Matteo
Chiesa di San Matteo

Si affaccia sull’omonima piazza, che nel Medioevo era il centro dell’insediamento della famiglia Doria, e rappresenta forse l’angolo meglio conservato della Genova medioevale. La chiesa è formalmente ancora oggi abbazia dei Doria e al suo interno non è possibile scattare foto!no photo

Una delle più antiche chiese cattoliche di Genova è la basilica di Santa Maria delle Vigne, situata in piazza delle Vigne, nel quartiere della Maddalena. Questa Basilica è “Prima Aedes Januae Deiparae dicata”: il primo Santuario mariano della città di Genova; vanta, infatti, un culto alla Vergine Maria che sfiora i 1500 anni. Al suo interno si possono ammirare sculture e affreschi di importanti artisti tra cui spiccano i nomi di Domenico Piola e di Bernardo Castello. Nella navata centrale volgendo lo sguardo verso il soffitto si possono anche osservare dipinti che raffigurano diverse scene molto belle, decorate con una pittura ad oro.

Il maestoso campanile in stile romanico-gotico,eretto intorno alla metà del XII secolo e con i suoi 56 metri di altezza svetta sui tetti della città mostrando le sue eleganti coppie di bifore e pentafore.

basilica di Santa Maria delle Vigne, il campanile
basilica di Santa Maria delle Vigne, il campanile

Particolare è la sua base costruita, in modo davvero originale, a cavallo della via che separa la Chiesa dal Chiostro.

basilica di Santa Maria delle Vigne, il chiostro
basilica di Santa Maria delle Vigne, il chiostro

Sotto l’arco, su cui poggia il Campanile, è custodito il sepolcro di Anselmo d’Incisa, che fu medico del papa Bonifacio VIII e di Filippo II, re di Francia.

 il sepolcro di Anselmo d’Incisa
il sepolcro di Anselmo d’Incisa

La chiesa di Sant’Agostino è un ex edificio religioso del centro storico di Genova, situato in piazza Renato Negri, nel quartiere del Molo. Oggi sconsacrata, è utilizzata come auditorium e talvolta è sede di rappresentazioni teatrali del vicino teatro della Tosse.

Piazza Renato Negri, la chiesa gotica di Sant'Agostino
Piazza Renato Negri, la chiesa gotica di Sant’Agostino
Chiostro del convento di Sant'Agostino
Chiostro del convento di Sant’Agostino

La chiesa di San Donato è un edificio religioso cattolico del centro storico di Genova, situato nell’omonima piazza del quartiere del Molo.

Chiesa romanica di San Donato
Chiesa romanica di San Donato
Edicola barocca sul lato destro della chiesa di San Donato
Edicola barocca sul lato destro della chiesa di San Donato

La Chiesa di San Pietro in Banchi venne costruita a partire dal 1575, in segno di riconoscimento per la fine di una pestilenza e sorge nel luogo in cui si trovava una precedente chiesa di San Pietro, distrutta a fine Trecento.

Chiesa di San Pietro in Banchi
Chiesa di San Pietro in Banchi

 La nuova costruzione venne intitolata a Maria Immacolata, ma continuò a mantenere anche il nome dell’antica Chiesa. La struttura si raggiunge attraverso un scalinata, in quanto si trova in una posizione sopraelevata, su una terrazza

Ingresso della chiesa San Pietro in Banchi
Ingresso della chiesa San Pietro in Banchi

. Questa scelta venne dettata dalla necessità di finanziamenti per la costruzione, che il Senato della Repubblica ottenne vendendo le botteghe collocate al piano terra. Il progetto venne affidato a Bernardino Cantone e prevedeva una chiesa a pianta centrale, coperta da una cupola a forma ottagonale.

San Pietro in Banchi, altare maggiore
San Pietro in Banchi, altare maggiore
San Pietro in Banchi, la cupola ottagonale
San Pietro in Banchi, la cupola ottagonale
Inferriata della chiesa di San Pietro in Banchi
Inferriata della chiesa di San Pietro in Banchi

La Chiesa dei Santi Cosma e Damiano è una piccola chiesa romanica risalente all’anno Mille, anche se probabilmente qui c’era un precedente edificio di culto, situata negli strettissimi vicoli del Centro Storico.
La facciata è austera, rialzata sulla piazzetta, con un portale decorato da bande bianche e nere. Nella facciata sono incorporate quattro tombe medievali, di cui una con colonnine ed arco a sesto acuto. Singolare il campanile che sorge direttamente sopra la chiesa, come nelle Abbazie Cistercensi.

 portale della chiesa dei Santi Cosma e Damiano
portale della chiesa dei Santi Cosma e Damiano
Chiesa dei Santi Cosma e Damiano “tomba del Barisone” (sec.XIII), colonnine
Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, l'archivolto
Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, l’archivolto

 

Precedente Oropa, il Santuario della Madonna Nera Successivo Colori autunnali

Lascia un commento

*