Torrente Arroscia le cascate e i suoi ponti

Il torrente Arroscia.

Il torrente Arroscia è un importante corso d’acqua lungo quasi 40 Km che nasce tra le più alte vette delle Alpi Liguri, oltre i 2000 metri ed in particolare dal Monte Frontè (2.152 m.); scorrendo dalla Provincia d’Imperia a quella di Savona, esso forma l’omonima valle, conosciuta anche con il nome di Valle dell’oro, da sempre meta preferita dai cercatori d’oro, per confluire, insieme al Torrente Neva, nei pressi di Villanova d’Albenga, formando il Fiume Centa.

Nell’Alta Valle Arroscia, il paesaggio è tipicamente montano con praterie e boschi d’altitudine ed è proprio in questi luoghi, precisamente nei pressi di Mendatica, a circa 1100 metri di quota che troviamo le belle cascate dell’Arroscia.

cascate torrente Arroscia

Il salto di 20 metri delle cascate del torrente Arroscia nei pressi del “Passu Serena”

cascate torrente Arroscia

Il salto di 20 metri delle cascate del torrente Arroscia nei pressi del “Passu Serena”

Lungo il percorso verso valle numerosi sono gli affluenti perenni che alimentano il torrente: a monte di Pieve di Teco confluiscono, da destra, i rii Ponte, Ravinasso, Nasso, S.Lucia Zerencà, Rocchino e Collareo, da sinistra i rii Gropin, Passo Cagnasso, dei Laghi, Brignola e Teglia.
Presso Pieve, il torrente confluisce da sinistra il torrente Arrogna e, poco più a valle, da destra il torrente Giara di Rezzo. Lungo il tratto compreso tra i due affluenti sopracitati, il letto del torrente si allarga lasciando spazio ad uno splendido sperone di roccia dove sorge la chiesa di Santa Filomena eretta accanto al luogo dove avvenivano le esecuzioni capitali.

Chiesa di Santa Filomena Pieve di Teco

Chiesa di Santa Filomena Pieve di Teco

Sulla sponda destra sorge il Molino del Longo, antico sistema edilizio che raccoglie un mulino, il frantoio, memoria di una sempre più diffusa coltura dell’olivo e l’essiccatoio.

Mulino del Longo e ponte di Santa Filomena, Pieve di Teco

Mulino del Longo e ponte di Santa Filomena, Pieve di Teco

Il collegamento fra lo sperone di Santa Filomena ed il complesso del Mulino del Longo avviene tramite l’antico ponte di Santa Filomena struttura a schiena d’asino che verosimilmente esisteva già prima dell’edificazione di Pieve di Teco.

Ponte di Santa Filomena ,Pieve di Teco

Ponte di Santa Filomena ,Pieve di Teco

Proseguendo verso valle l’Arroscia attraversa i centri di Vessalico, Borghetto d’Arroscia e Ranzo. Anche a Borghetto d’Arroscia troviamo un’altra testimonianza medievale che unisce le due sponde.

Ponte medievale a Borghetto d'Arroscia

Ponte medievale a Borghetto d’Arroscia

A Borghetto termina la mia gita lungo il torrente Arroscia ho però intenzione di approfondire la mia conoscenza di questa vallata visitando e, naturalmente fotografando, panorami ed angoli particolari dei suoi deliziosi paesini, uno di questi, già visitato e fotografato è Calderara, una piccola frazione di Pieve di Teco

Lascia un commento

*