Zuccarello (Sucâelo)

Zuccarello, uno dei borghi più belli d'Italia
Zuccarello, uno dei borghi più belli d’Italia

Inserito nell’elenco dei “Borghi Più belli d’Italia” Zuccarello è un paese in provincia di
Savona situato nella valle del torrente Neva; un complesso medievale ove un unico perimetro di mura a pianta triangolare abbracciava il castello, posto in alto in cima alla collina.

Antica mappa di Zuccarello
Antica mappa di Zuccarello

Un po’ di storia:

Le fortificazioni erette e gli scontri fra le parti in conflitto in tale occasione, contribuirono alla distruzione di gran parte del castello medioevale, lasciandolo quasi completamente nelle condizioni in cui si trova ancor oggi

Il castello di Zuccarello
Il castello di Zuccarello

L’accesso al borgo di Zuccarello era possibile attraverso una serie di porte che per la maggior parte ancora oggi si aprono in ciò che rimane delle mura di Zuccarello e tra i suoi  edifici. Le principali sono la porta Soprana (nord) o del Piemonte e la porta Sottana (sud) che permetteva l’accesso da Albenga, altre due porte ancora intatte sono la porta del Ponte e la porta del Mulino

Porta Soprana o del Piemonte
Porta Soprana o del Piemonte
arrivando da Albenga ecco la Porta Sottana
arrivando da Albenga ecco la Porta Sottana
Porta di Ponte di Neva
Porta di
Ponte di Neva
Porta del Mulino e Casa "del Molino" con elementi del tardo medioevo presenti nella facciata
Porta del Mulino e Casa “del Molino” con elementi del tardo medioevo presenti nella facciata
veduta del borgo di Zuccarello
veduta del borgo di Zuccarello

Tipico dei borghi commerciali il paese si snoda su un’ unica via principale, via Armando Tornatore via fiancheggiata, da entrambi i lati, da portici  e strade in galleria che presentano arcate e pilastri dalle forme più diverse. Parallelamente all’asse principale e all’interno del borgo si aprono i carruggi con il loro pittoresco andamento, ognuno dei quali merita di essere visitato offrendo angoli davvero suggestivi.

Più o meno in centro al paese, sempre lungo la via maestra, troviamo la chiesa parrocchiale intitolata a San Bartolomeo apostolo con il suo interno in stile barocco; al suo fianco si nota il campanile che presenta nella parte inferiore uno stile romanico, mentre la parte superiore in tufo con bifore e trifore gotiche è risalente al XIV secolo; il coronamento è un’aggiunta del XVII secolo.

La chiesa di San Bartolomeo nel cuore del borgo storico
La chiesa di San Bartolomeo nel cuore del borgo storico

 Costeggiando il fianco destro della chiesa (via Garibaldi) raggiungiamo la piazzetta

la piazzetta dell' Oratorio di S. Maria nascente
la piazzetta dell’ Oratorio di S. Maria nascente

dove sorge l’oratorio di Santa Maria Nascente e San Carlo. Eretto tra il XVII e XVIII secolo conserva un crocifisso del XV secolo portato in processione nel paese, illuminato con l’ausilio di fiaccole, durante la festività religiosa del Venerdì Santo.

Oratorio di S. Maria nascente
Oratorio di S. Maria nascente

Prima di lasciare il paese per poi raggiungere i ruderi del castello, è d’obbligo raggiungere il luogo più fotografato del paese: il ponte a schiena d’asino sul torrente Neva risalente al Medioevo uno tra i meglio conservati della Riviera di Ponente.

Ed ecco l’ultima tappa della gita: i resti del castello, risalente alla prima metà del XII secolo. Eretto sul colle che sovrasta il paese da dove si gode un panorama a 360 gradi circondato dalla macchia mediterranea. Il torrione laterale è la parte meglio conservata, tanto che si trovano tracce di affreschi quattrocenteschi.

 

Con questa ultima serie di fotografie di angoli del borgo che hanno attirato la mia attenzione termina il mio articolo su Zuccarello, un delizioso borgo medievale di Liguria!

.

Precedente Quattro passi per Bologna Successivo Eclissi solare

Lascia un commento

*